Materazzi: “Gol per De Rossi”

Immagine

Il gesto più bello Marco Materazzi non lo ha fatto saltando più in alto di tutta la Repubblica Ceca, segnando il suo primo gol in Nazionale poco dopo essere entrato in campo dalla panchina, ma nell’aver dedicato tutto questo a un suo compagno di squadra in difficoltà. «Questo gol è per me, per la mia famiglia che era in tribuna, ma soprattutto per Daniele De Rossi». E il perché te lo dice subito lui: «Come me ha sbagliato con quella gomitata, ma pagherà. E’ giovane e alla nostra età si sbaglia. Allora lo dedico a lui, e a tutti quelli che subiscono lì’ingiustizia di essere considerati in malo modo per i loro sbagli». Come lui.

Perché per Marco Materazzi questa rete ha il sapore enorme della rivincita, addirittura il difensore dell’Inter subito dopo la partita ha parlato di «giustizia divina» in questo «giorno più bello della mia vita, da calciatore ovviamente». La rivincita è questa: «Sì, in passato ho sbagliato, come ha fatto Daniele contro gli Stati Uniti, ma come uomo sono stato trattato in modo ingiusto: ecco perché dico che adesso c’è una giustizia divina». E ci vorrebbe quella per salvare Daniele De Rossi da una maxi-squalifica. Oggi, pare destino, è la giornata in cui la Fifa comunicherà l’entità della squalifica per il centrocampista romanista colpa di quella gomitata data sabato passato allo statunitense McBride. La federazione internazionale ha valutato le immagini ufficiali che ha a disposizione, letto e considerato il referto arbitrale e pure le dichiarazioni presentate dallo stesso calciatore. Va ricordato, De Rossi ha ammesso ufficialmente la sua colpa, ha chiesto formalmente scusa, ha ricordato di averlo fatto anche nell’immediato post-partita nello spogliatoio degli americani e che la cosa è stata apprezzata dagli stessi avversari. Oggi si saprà. Ieri De Rossi ha guardato, maglietta bianca, sguardo triste di rimpianto, la partita in panchina. Quello sguardo è rimasto fisso e spento ma s’è acceso proprio al gol di Materazzi: è entrato quasi in campo. «Questo gol è di Daniele», ha detto l’interista che da un po’ di tempo a questa parte ha solo belle parole per la Roma e i romanisti. «Mi dispiace aver deluso tutto questo splendido pubblico», disse dopo la rete dell’1-1 che interruppe la serie super-record della super-Roma di Spalletti. Quando Totti s’infortunò fu il primo a chiamare Francesco, e il giorno dopo si allenò col cappello di lana Daje Pupone. Ieri la prima gioia azzurra, addirittura Mondiale: «Chi mi conosce sa che sono un bravo ragazzo: questo gol è per Daniele». Perché lo conosce.

23/06/2006

 

Annunci

Informazioni su Tonino Cagnucci

Romanista. Papà di Lorenzo

Pubblicato il 23 giugno 2006, in Articoli con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: